Blog

Gli effetti del vino rosso sui denti

Il vino rosso può avere degli effetti abbastanza negativi sull'aspetto estetico dei nostri denti.

Perchè sentiamo freddo ai denti?

La colpa non è solo della sua ben nota acidità, ma anche del suo potere colorante: ecco perché un consumo costante di questa bevanda è in grado di compromettere la perfezione del nostro sorriso. La consistente acidità del vino può essere alla base di molti problemi che coinvolgono il nostro cavo orale: le cosiddette discromie dentali, appunto, ma anche le carie. L'acidità fa in modo che lo smalto diventi, con il passare del tempo, sempre più esposto all'azione di distruzione dei batteri. Nel momento in cui lo smalto è più disgregabile, inoltre, è più probabile che si verifichi un processo carioso, con le conseguenze che si possono ben immaginare.

Ma non è tutto: è bene prestare attenzione a un consumo eccessivo di vino anche perché la sua acidità rende lo smalto poroso, e quindi demineralizzato, anche se solo in parte. Per questo motivo, viene colorato senza difficoltà dagli elementi cromogeni che caratterizzano non solo il vino, ma più in generale tutti gli alimenti che vengono consumati nel corso del pasto. Per altro, non è solo il vino rosso a causare tali inconvenienti, visto che anche i bianchi sono coinvolti, per colpa della loro maggiore acidità.

Ciò non vuol dire che si sia costretti ad abbandonare le proprie abitudini, anche perché tutti i medici e gli esperti del settore raccomandano di bere un bicchiere di vino al giorno per approfittare delle proprietà benefiche dei polifenoli in esso contenuti. Più semplicemente, ci si può limitare ad adottare alcuni accorgimenti che consentono di attenuare o addirittura di eliminare del tutto il problema. Un consiglio utile è quello che prevede di spazzolare i denti in modo accurato subito prima di bere il vino rosso: infatti, a essere macchiata è prima di tutto la placca che si trova sui denti, indipendentemente dal livello di acidità del vino che si sta sorseggiando.

Un altro suggerimento raccomanda di mangiare del formaggio al termine del pasto, o anche mentre si sorseggia il vino: l'azione del calcio, in particolare, serve a remineralizzare la superficie dello smalto, svolgendo la funzione di una sorta di antidoto. A prescindere dal formaggio, poi, è sempre preferibile evitare di bere senza mangiare alcunché: masticare qualcosa genera più saliva, il che contribuisce ad alleviare l'acidità del vino. Per rimuovere le macchie sui denti si può fare affidamento sugli ortaggi o sulla frutta, rigorosamente crudi: questi alimenti, inoltre, hanno effetti positivi sulla lucidatura dello smalto.

Dopo che il pasto è stato concluso, o comunque dopo aver finito di bere, non bisogna aver fretta di lavarsi subito i denti, ma è opportuno aspettare una trentina di minuti: in questo lasso di tempo, infatti, lo smalto ha l'opportunità di rigenerarsi. Inoltre, se ci si lavasse i denti subito, essi sarebbero decisamente più sensibili rispetto all'azione di abrasione apportata dallo spazzolino, proprio per effetto dell'azione demineralizzante appena compiuta dal vino. In sintesi, il vino rosso può macchiare i denti ma non per questo va demonizzato: è sufficiente stare attenti a come e cosa si mangia.


Ambiti d'intervento

  • Implantologia endossea
  • Implantologia a carico immediato
  • Le protesi dentarie
  • Filler - rimozione delle rughe facciali
  • TAC
  • Implantologia
  • Chirurgia orale
  • Protesi estetica (protesi fissa, protesi mobile)
  • Laser a diodi
  • Ortodonzia fissa e mobile, ortodonzia estetica aparecchi dentali
  • Gnatologia (cura dei disturbi dell'ATM e delle cefalee)
  • Posturologia (bite)
  • Pedodonzia (cura delle patologie della bocca dei bambini)
  • Fluoroprofilassi (sigillature)
  • Parodontologia (cura della parodontite, gengivite, piorrea)
  • Endodonzia (devitalizzazioni,terapie canalari)
  • Conservativa (otturazioni dentali, corone, intarsi, restauri estetici)
  • Estetica dentale
  • Sbiancamento dentale
  • Faccette estetiche dentali
  • Igiene dentale e prevenzione
  • Terapie in sedazione cosciente

Città limitrofe

Studio Dentistico Baucia
Dentista Cavenago di Brianza e Castano Primo

declino responsabilità | privacy | cookie policy

Dr. Luca Baucia: Iscrizione all'Albo degli Odontoiatri della provincia di Monza Brianza N° 577
Dr. Riccardo Baucia: Iscrizione all'Albo degli Odontoiatri della Provincia di Alessandria N° 90, Iscrizione all'Albo dei Medici Chirurghi della Provincia di Alessandria N° 3350
Partita Iva 06245740961

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita medica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

©2016 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà dei Dr. Luca Baucia e Dr. Riccardo Baucia

www.dentisti-italia.it